|
Register

IL C.S.C.

Il C.S.C. di Carbonia Iglesias della Società Umanitaria rappresenta uno dei principali riferimenti per il panorama culturale dell’intero territorio da oltre 45 anni.
Inaugurato nel 1967, si contraddistinse per la creazione, in tutto il Sulcis - Iglesiente, di una rete capillare di circoli del cinema formata da studenti e giovani lavoratori, che utilizzava la metodologia del dibattito nel cineforum per momenti di auto-formazione e presa di coscienza della propria realtà. I periodici corsi di formazione per gli operatori culturali volontari permisero un proficuo scambio di esperienze e di competenze.

Accanto al cinema, sorse un'intensa attività con gli audiovisivi. Dall’inizio degli Anni ‘80, il C.S.C. gettò le basi teoriche e la rete organizzativa che, mediante l'acquisto di una prima unità di produzione video, consentì di iniziare una sperimentazione per "fare film" a scuola con i ragazzi. In seguito il C.S.C. e la Biblioteca comunale di Carbonia iniziarono a cooperare, prima in maniera informale, poi sempre più organizzata.
Il C.S.C., che è membro fondatore del Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis, ospita il Centro Audiovisivi, costituito dal personale della Cooperativa Progetto SCILA il cui lavoro ha contribuito a far diventare il Centro punto di riferimento obbligato per attività di formazione nel campo dell'educazione all'immagine. Il Centro porta avanti pluridecennale lavoro di raccolta, digitalizzazione e valorizzazione del materiale audiovisivo del territorio del Sulcis-Iglesiente, e offre quotidianamente un servizio pubblico di prestito e consultazione del patrimonio di memoria cinematografica e audiovisiva del territorio. E'inoltre attivo un servizio di produzione di documenti audiovisivi relativi alla memoria collettiva della comunità, con particolare attenzione sia alle testimonianze riguardanti la cultura del lavoro minerario, sia quelle dei saperi diffusi della cultura contadina, pastorale e della pesca.
L’impegno dei suoi operatori nella promozione della cultura a 360 gradi ha portato alla realizzazione d’iniziative ed eventi di forte interesse nazionale e internazionale:
• Cinque edizioni della "Biennale Cineragazzi" che hanno visto proiettati centinaia di documentari realizzati, in ambito laboratoriale, dagli studenti della scuola dell’obbligo di tutto il territorio regionale, dimostrando la validità didattica ed educativa che sorregge la produzione di audiovisivi nelle scuole.
• La rassegna itinerante “Mare e Miniere” che, in 4 ricche edizioni, dal 2005 al 2008, ha rappresentato una tra le più significative iniziative di promozione turistica del panorama regionale, mediante l’organizzazione di importanti eventi artistico-culturali: cinema; musica; teatro; danza; letteratura; mostre fotografiche; laboratori di animazione; incontri enogastronomici. Iniziative realizzate con l’intento di riscoprire, tutelare e valorizzare le bellezze paesaggistiche, architettoniche e archeologiche, sia classiche che industriali, del Sulcis Iglesiente e Medio Campidano.
• “Nuvole Parlanti”, mostra-concorso di fumetto, satira, cinema d’animazione e multimedia, che in 5 edizioni, dal 1995 al 2000 ha rappresentato la manifestazione-evento dedicata alla “Nona Arte”. Articolata in due momenti, uno puramente espositivo, al quale hanno partecipato importanti autori quali Altan, Vauro, Elle Kappa, Manara, Staino, "Igort" Tuveri, Marcello Jori, Roberto Baldazzini, Jose Muñoz, Franco Putzolu, Mordillo, solo per citarne alcuni; l’altro interamente dedicato al concorso “Premio Sud Ovest Sardegna” con l’ideazione di un percorso logico descrittivo finalizzato alla valorizzazione delle opere prodotte dai numerosi, promettenti autori residenti in Sardegna e nella Penisola.
• Organizzazione, a partire dal 1984, di una serie di Convegni internazionali, in stretta collaborazione con l'Università di Cagliari, finalizzati alla costituzione di un Ecomuseo del Sulcis, affiancati alla produzione di materiali audiovisivi sulla storia del territorio.
Lo scopo, quello di garantire lo sviluppo crescente dell'interesse delle popolazioni locali al progetto di recupero della memoria storica del Sulcis e alla valorizzazione e riuso dell’imponente patrimonio di archeologia industriale.
Progetto culminato con la realizzazione, da parte del Comune di Carbonia del CICC, il Centro Italiano della Cultura del Carbone.

… e tanto altro ancora, tra cui (ovviamente) le sei edizioni del Mediterraneo Film Festival

Ultima modifica il Lunedì, 22 Luglio 2013 16:27
Altro in questa categoria: « Raggiungere il Centro

 

Diari di Cineclub

clicca per leggere e stampare i Diari di Cineclub